CHI SIAMO

PRESENTAZIONE “CHIAMA L’AFRICA”

Chiama L’Africa è un’associazione nata a Parma a partire dalla tragedia che nel 1994 ha sconvolto l’intera Regione dei Grandi Laghi (RdCongo), scatenando una guerra che ha provocato ad oggi oltre otto milioni di vittime.

Durante questi anni ci siamo confrontati con i grandi temi che interessano tutto il continente africano. Con un impegno non legato direttamente a progetti di sviluppo, ma teso a far conoscere tutti i suoi aspetti, sia belli sia drammatici, la realtà di un continente che per molti resta tutt’ora sconosciuto.

La peculiarità che abbiamo avuto e che abbiamo è la volontà di creare collegamento tra tanti gruppi e realtà che nel nostro paese lavorano a fianco del continente africano. Lanciando campagne e iniziative che hanno visto e vedono la partecipazione sul territorio di gruppi e di esperienze diverse.

Ci stiamo impegnando su alcuni temi che riteniamo estremamente attuali:

  • la tracciabilità dei minerali, soprattutto di quelli il cui commercio illegale o non trasparente è all’origine delle guerre in Africa.
  • un rapporto nuovo e solidale con coloro che bussano alla nostra porta, soprattutto cercando di tessere ponti di dialogo e di conoscenza reciproca tra la nostra gente e i migranti. Abbiamo anche allo studio l’organizzazione di viaggi di conoscenza e dialogo in alcuni paesi da cui provengono i migranti.

I progetti che Chiama l’Africa porta avanti da oltre dieci anni sono:

  • Campo di lavoro e studio estivo per giovani, organizzato insieme all’associazione Solidarietà-Muungano onlus. Durante il campo 2015, che ha visto la partecipazione di oltre 50 giovani provenienti da tutta Italia, italiani e stranieri, abbiamo approfondito le tematiche dell’accoglienza e dell’Islam attraverso due conferenze pubbliche molto partecipate;
  • Convegni di studio e approfondimento sull’Africa. Nel 2013 abbiamo organizzato “Accanto all’Africa che cambia”, per rilanciare un collegamento leggero tra le tante piccole e grandi realtà che si muovono nel nostro paese in solidarietà con il continente africano e per trovare azioni comuni che interpellino la nostra politica e le nostre imprese. Nel 2014 abbiamo replicato con “Ci sto anch’io”, per riprendere insieme la riflessione in vista di un impegno comune;
  • Nel 2014, insieme a CIPSI di Roma e a Rete Pace per il Congo di Parma abbiamo lanciato una campagna internazionale chiamata “Minerali clandestini” legata alla proposta di legge europea sulla tracciabilità dei minerali provenienti da zone a rischio di conflitto. Attraverso il collegamento con parlamentari italiani ed europei, abbiamo raggiunto un primo risultato con la votazione del Parlamento Europeo che ha rinviato alla Commissione una versione della direttiva che a tutti noi appariva di scarsa efficacia. Molto resta da fare nel seguire le attività della Commissione Europea e nel sollecitare l’attenzione dell’opinione pubblica italiana;

Physical Address

304 North Cardinal St.
Dorchester Center, MA 02124